Prezzo impianto elettrico, conta solo quello?

Prezzo impianto elettrico

Prezzo impianto elettrico, sei verimente sicuro che conti solo quello per la tua azienda?

Da sempre mi trovo ad avere a che fare con imprenditori che vedono l'impianto elettrico della propria azienda solo come un costo. Un costo da abbassare ad ogni costo.

In particolar modo, in questi tempi, dove la crisi ha messo in ginocchio molti artigiani, elettricisti o operatori del settore elettrico, per un imprenditore trovare l'offerta con il prezzo più basso è facile per l'imprenditore, esisterà sempre qualcuno che "pur di lavorare" andrà al prezzo con la speranza di guadagnare qualcosa.

Se da un lato guardare solo al prezzo può essere vantaggioso, al tempo stesso può essere una decisione che tu imprenditore pagherai a caro prezzo senza le dovute considerazioni.

Ti faccio un esempio in modo di farti capire perchè a volte una soluzione "pensata" qualche attimo in più, che non guardi esclusivamente al prezzo, possa portarti dei benefici maggiori rispetto a qualche euro di sconto.

 

Esempio reale in cui guardare solo il prezzo impianto elettrico non è una scelta corretta.

Un azienda non mia cliente, lo è diventata dopo, qualche mese fa mi contatta perchè deve montare un nuovo macchinario, una nuova linea di produzione molto costosa che gli permetterà di essere più competitivo nel mercato.

Questa nuova linea consuma il 50% in più rispetto al suo consumo attuale, e necessita la sostituzione del trasformatore in cabina elettrica, in quanto quello esistente è troppo piccolo per far fronte alle esigenze del nuovo macchinario.

La richiestadel cliente è stata abbastanza precisa, e presentava queste caratteristiche:

  • Trasformatore in resina con Kit di areazione
  • 400KVa
  • 20kV/400V
  • Sensore di temperatura con centralina di controllo
  • Sola fornitura
  • Enonomico

trasformatore

So che sono dati tecnici e so che possono essere difficili da comprendere e sa seguire, ma continua a leggere, scoprirai una cosa molto interessante.

A fronte di questa richiesta, avremo potuto rispondere in 15 minuti. Ma non ho voluto operare così.

Sono stato dal cliente, chiedendo la possibilità di effettuare un sopraluogo, per verificare dove andasse installata l'apparecchiatura, e fare alcune domande.

Dopo la piacevole chiacchierata sono tornato in ufficio e ho confrontato due soluzioni, la sua richiesta e la mia proposta, correlate di un altro documento, i costi di funzionamento di un trasformatore nel suo ciclo di vita.

Un trasformatore, è a tutti gli effetti una macchina elettrica, e come tale ha delle particolarità costruttive che permettono di disperdere più o meno energia. Questo vuol dire che nel suo funzionamento, 24 ore al giorno 365 giorni all'anno, il trasformatore è una macchina che consuma energia.

Esistono nel mercato macchine più efficienti e macchine meno efficienti.

Ora andiamo a confrontarle, per capire quanto incide una macchina non performante rispetto ad una macchina performante.

Nel dettaglio la sua richiesta prevedeva una macchina da 400kVA economica, che euro più euro meno ha un prezzo in sola fornitura di 10.000€.

La mia proposta di un trasformatore al altissima efficienza, ha un costo di 13.800€ ovvero il 13.8% in più.

 

Per giustificare questo costo, ho fatto una domanda semplice al cliente, in quanto tempo avrebbe ammortizzato il macchinario nuovo, e quante ore al giorno lo utilizza.

Ci pensa un attimo e mi dice 3.5 Anni, con un aspettativa di vita di 10 anni prima di sostituirlo.

Ciclo di funzionamento 24h su 24h

Ora, se paragoniamo i due trasformatori, dal punto di vista delle perdite, abbiamo che:

Costo perdite = n. ore al giorno  x n. giorni anno x perdite x prezzo energia

 

Andando nel dettaglio:

 

Costo perdite trasformatore 1 = 24 [ore] x 365 [giorni] x 5.8 [kW] x 0.17 [€/kWh]   = 8.637€/anno

 

Costo perdite trasformatore 2 = 24 [ore] x 365 [giorni] x 4.5 [kW] x 0.17 [€/kWh]   = 6.701€/anno

 

Da questa piccolo confronto, vediamo che il traformatore 2 costa circa 1.936€ in meno all'anno.

Questo confronto ci è permesso perchè il macchinario è acceso 24h su 24h, ma se fosse anche su un turno, il calcolo ed il confronto sarebbe facile da fare.

Pertanto, ho dimostrato al cliente che una spesa del 13.8% in più iniziale, sarebbe rientrata sotto forma di minor costo energetico per l'azienda in meno di 2 anni.

Nel ciclo di vita della macchiana, 10 anni, il cliente avrebbe speso 19.360€ di energia in meno a fronte di un investimento di 3.800€.

Ovviamente avete già capito la scelta effettuata dal cliente quale è stata.

Guardare solo il prezzo impianto elettrico, senza valutarne correttamente tutti gli aspetti e i benefici correlati, avrebbe condotto l'imprenditore ad effettuare una scelta per lui sbagliata.

Se anche tu non vuoi commettere scelte sbagliate contattaci, e ti aiuteremo a trovare la soluzione più giusta per te e la tua azienda.

 

Elettrica Maronese S.r.l.

Impianti automazioni e assistenza elettrica

Viale Europa, 9

33070 Brugnera (PORDENONE)

Tel. 0434/627696

Mail info [at] elettricamaronese.it

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Message
Your Name *
Your Email *
Website